Lo strano caso della canzone “The Most Beautiful Girl In The World”

15 Aprile 2021

Era il febbraio del 1994. L’icona statunitense rock e pop Prince rilasciava il suo diciassettesimo album ufficiale. La raccolta, dal nome ‘The Gold Experience’, raccolse un grande successo in America e nel Regno Unito, tanto da vincere due dischi d’oro con quasi un milione di copie vendute.

La notorietà del disco, però, non si è spenta affatto. Anche per motivi che esulano dal contesto tecnico e dalle considerazioni musicali: infatti, a seguito della pubblicazione dell’album, il brano “The Most Beautiful Girl In The World” ricevette una denuncia di plagio. A rivendicare i diritti sul brano furono Bruno Bergonzi e Michele Vicino, compositori del brano ‘Takin’ Me to Paradise’ prodotto per l’artista Raynard J..

La battaglia legale sui diritti legati a queste due canzoni sono durate decine di anni, trovando una conclusione nel 2015: la Corte di Cassazione di Roma, infatti, condannò definitivamente Prince per aver commesso un plagio ai danni di Bruno Bergonzi e Michele Vicino.