In questa settimana nel 1990 Phil Collins si conferma primo in classifica con Another Day in Paradise per l’ultima settimana

13 Gennaio 2023

Gli anni ’80 sono stati un decennio in cui tra i protagonisti principali ha figurato sicuramente Phil Collins, un artista capace di portare in parallelo tanto la sua carriera da solista, partita alla grande con In The Air Tonight, presente nell’album Face Value del 1981, agli albori del decennio, e che ha raggiunto il proprio apice nel 1989 proprio con l’album cui faremo cenno, quanto con i Genesis, capaci di evolversi a livello di genere musicale coadiuvandosi con l’epoca che si stava vivendo.

Nonostante i tantissimi successi proposti da Phil Collins, come Against All Odds del 1982 o i singoli You Can’t Hurry Love e One More Night degli album successivi, Phil Collins riesce a dare grande continuità al successo No Jacket Required del 1985 con un album, But Seriously…, che riesce a confermarsi primo in 20 paesi e vendere milioni di copie in tutto il mondo. Il singolo di lancio fu Another Day in Paradise, un brano che rimase in vetta alla Billboard Hot 100 per le ultime due settimane del 1989 e per le prime tre del 1990. L’ultima, di fatto, iniziò proprio il 13 gennaio di quell’anno. Il brano che prese il suo posto fu poi How Am I Supposed to Live Without You di Michael Bolton.

Il singolo di Phil Collins, anch’esso primo in diversi paesi e con oltre un milione di vendita nel mondo, anticipò perfettamente il successo dell’intero album. Il brano trattava un tema molto particolare: i senzatetto e quanto la società di allora li portasse sempre più al margine. Un tema sociale sicuramente non indifferente e che ha avuto il giusto riscontro di pubblico.